Pollo_Indiano

L’odore dell’India

Vorrei parlarvi del mio viaggio in India. Del privilegio che ho avuto, visitando il Kerala e il Karnataka al fianco di amici indiani, dormendo nelle loro case, mangiando insieme a loro, alle loro tavole. Ma, in fondo, cosa potrei raccontarvi realmente che non sia già stato detto altrove? Che sia un paese di contrasti e di contraddizioni estreme, in bilico tra un’arretratezza spaventosa e un potenziale economico dalle dimensioni impressionanti? Probabilmente lo sapete già. Eppure c’è qualcosa, in questo cliché che ti aspetti e con cui parti preparato, che inevitabilmente ti spiazza. Qualcosa da cui nessun vaccino ti possa mai immunizzare. È il fatto di trovarsi lí, fisicamente immersi tra un’astronomica quantità di gente, di roba, di palme, di colori e di rifiuti. Di percorrere quelle strade sterrate piene di polvere e di vacche, di camion grossi come elefanti carichi di paglia, cipolle, riso. Di vedere tutto con i propri occhi, di viverlo in prima persona. Solo cosí tutti i racconti degli amici, le recensioni del web e le indicazioni della Lonely Planet iniziano a prendere una certa forma. Si trasformano nella tua unica esperienza personale, un’esperienza in cui sei senz’altro solamente uno spettatore di passaggio, ma dove lo sguardo di occhi neri e lucidi come biglie si posa sul tuo, e in quello di nessun altro, lasciando un’indelebile traccia nella tua memoria.

Pollo_Indiano

Street Food_India_2

Pepe_Coorg_India

Continua a leggere “L’odore dell’India”