Timballo di pasta: Anelletti al forno alla palermitana

Sempre di fretta e un po’ latitante a causa degli ultimi deliranti impegni pre celebrazioni, arrivo salvandomi in corner con la regina delle ricette per le feste palermitane. Signore e signori, ecco a voi i mitici, unici, inimitabili anelletti al forno! Da Lussemburgo, ne approfitto per mandarvi i miei migliori auguri per un Natale dolcissimo e un Capodanno super frizzante.

Pasta al forno anelletti alla palermitana

Continua a leggere “Timballo di pasta: Anelletti al forno alla palermitana”

Annunci

Involtini di carne alla palermitana

Sono già trascorsi diversi mesi dal primo post e mi sono accorta di non avere ancora pubblicato una ricetta a base di carne. Quello che vi propongo oggi è un evergreen della cucina siciliana, un piatto veramente irresistibile da gustare in ogni momento dell’anno. Si tratta degli involtini alla palermitana, un secondo sfizioso che profuma di alloro, con il suo cuore mediterraneo inconfondibile. Presentati nelle varianti al forno o in padella, sfumati con vino bianco, questi rotolini sono un’esplosione di sapori di cui non riuscirete più a fare a meno.

Continua a leggere “Involtini di carne alla palermitana”

Sarde a beccafico

Navigando allegramente per i mari del web, ho catturato nella mia rete un branco di sarde guizzanti, sul blog Manineinpasta.com. Oltre a proporre i loro interessanti tortini, Stefano e la piccola G. illustrano la curiosa storia da cui ha origine il nome di una delle ricette più palermitane che ci siano: le sarde a beccafico. Colta da un’improvviso impeto di nostalgia, mi è venuta voglia di prepararle nella loro versione originale. Ecco la ricetta che vi propongo, tratta dal libro di Alba Allotta, “La cucina siciliana di mare“.

Continua a leggere “Sarde a beccafico”

Calamari ripieni con pesto e gamberi

A grande richiesta dai fan della pagina facebook di Nero di Seppia, eccovi finalmente
una ricetta a base di pesce. Anzi, di cefalopodi, per essere precisi. 🙂 Si tratta di un piatto molto semplice da realizzare ma di grande effetto e, con l’accompagnamento suggerito, diventa subito un piatto unico, scenografico ed equilibrato. Mi raccomando di non incorrere nell’errore comune di cuocere troppo a lungo i calamari. Bastano 5 minuti per parte ad alta temperatura e vedrete che resterà tenero ma compatto, mantenendo bene i succhi senza diventare, quindi, stopposo.

Continua a leggere “Calamari ripieni con pesto e gamberi”