Petits bonhommes

Quando ero ancora un cucciolo di seppiolina e in casa si cominciava a respirare l’atmosfera delle feste, il 6 dicembre in quel di Lussemburgo un bizzarro evento locale anticipava l’arrivo di Babbo Natale. Suonava alla porta in maniera inaspettata e irrompeva come un estraneo nelle nostre tradizioni. Ad accompagnarlo, il Père Fouettard, un inquietante personaggio dal volto dipinto di nero, terrore di ogni bambino. E poi lui. Solenne, con il suo dorato scettro a spirale, l’austero copricapo vermiglio segnato da una croce, la lunga barba canuta silenziosamente poggiata sul petto. Poco importava che portasse con sé un sacco colmo di dolci e giocattoli da dispensare ai piccolini. La presenza di Saint Nicolas incuteva in me un inspiegabile senso di rispetto, una strana tensione che mi lasciava di pietra.
Ma poi, insieme all’irresistibile profumo di zenzero e spezie degli Speculoos, bastava la contagiosa tenerezza dei Petits Bonhommes per riportarmi nella soffice e coccolosa aria di casa.

Ingredienti per 3 bonhommes grossi o 4 normali
– farina manitoba, 250g
– farina “00”, 250g
– lievito di birra, 20g
– zucchero, 2 cucchiai
– latte, 25cl + 1 tappo
– uova, 2
– burro, 100g
– sale, un pizzico

Setacciate insieme le farine in un’ampia ciotola e disponetele a fontana lasciando un buco in mezzo. Versateci dentro il lievito sciolto in un po’ di latte tiepido, aggiungete 1 dei cucchiai di zucchero e incorporate un po’ della farina circostante. Coprite con un panno e fate riposare per un quarto d’ora. Nel frattempo, sbattete un uovo con l’altro cucchiaio di zucchero, poi unitelo all’impasto insieme al burro ammorbidito, al sale e al restante latte. Lavorate bene il tutto, coprite e fate lievitare per 20 minuti al riparo dalle correnti d’aria (io lo metto nel forno spento). Lavorate nuovamente la pasta poi formate gli omini: prelevate una grossa noce di impasto per ogni testa, formate delle palline, premetele in mezzo con il pollice e portate i bordi verso l’interno, ripetendo un paio di volte; per il corpo, create delle forme ovali allungate, fate un taglio dritto a una delle due estremità fino al centro dell’ovale per creare le gambe; ai due lati dell’ovale, fate dei tagli diagonali verso l’interno per creare le braccia; allargate braccia e gambe, fissate la testa all’estremità del corpo spennellandola con un po’ di tuorlo e premendo bene per farla aderire. Mettete gli omini delicatamente su una teglia rivestita di carta forno, ben distanziati tra loro. Coprite e fate lievitare per altri 20 minuti. Sbattete l’altro uovo con un tappo di latte e spennellate gli omini. Cuocete in forno già caldo a 180° finché non diventano belli doratini.


Ricetta ispirata alle indicazioni di Italiansinlux.com

Advertisements

30 thoughts on “Petits bonhommes

  1. Daria

    rovo che sia sempre fantastica la capacità che ha il cibo di evocare momenti e sensazioni della nostra vita, di creare nel giro di pochi minuti un’atmosfera insostituibile!!
    Che delizia! Non li conoscevo per niente!

  2. Passiflora

    Un sapore semplice e irresistibile, davvero coccoloso!
    Non conoscevo la tradizione di Pere Fouettard.
    Per q.r. Mildred Pierce, te lo consiglio in inglese (si trova facilmente su mulo e co.. capisci a me, con i sottotitoli): mi farai sapere se lo guardi! a presto!

    • Doriana Manzella

      Grazie per la dritta! Anch’io preferisco i film in versione originale, sono stata abituata così. A Lussemburgo al cinema non traducono mai i film, quindi poi ti abitui a vederli in lingua ed è tutta un’altra cosa 🙂

  3. Marinella

    Soffice e coccolosa aria di casa…. devo rifletterci un po’ su… temo mi manchi davvero da troppo tempo, per questo avevo riversato tutto sul Vile. Per fortuna ho gli amici, il blog, le blogger, i miei gatti, la mia cucina.
    Bellissimi i tuoi buoni-omini.
    Un abbraccio

    • Doriana Manzella

      L’ironia va benissimo per sfogarsi e fare divertire noi che ti leggiamo. Ma occhio che poi rischia di diventare per te un’arma a doppio taglio. Sforna un paio di questi bonhommes e vedrai che un’ondata di tenerezza ti travoglerà 🙂 un bacione cara Mari

  4. Le Temps des Cerises

    Sono un’amore questi bonhommes me li immagino tanto fragranti e morbidi, devo assolutamente prepararli, per le mie colazioni festive!!! Scusa Doriana, ma per caso tu hai una ricetta testata degli Speculoos? ne ho fatto una bella scorta l’ultima volta che sono tornata a Bruxelles, li sto centellinando, ma sono arrivati quasi alla fine e ora vorrei provare a farli in casa…

    • Doriana Manzella

      La tua richiesta cade a pennello! Devo dire che in passato ho provato quelli di Sigrid del Cavoletto di Bruxelles e non erano male. In questo momento sono a Bruxelles e proprio oggi ho acquistato da Dille & Kamille (un negozio che amo) lo stampino specifico e un mix di spezie per fare gli Speculoos. La cosa carina è che alla cassa mi hanno dato la ricetta, che non vedo l’ora di testare. Quindi ti farò sapere presto! 🙂

      • Doriana Manzella

        Fatti! 🙂 Sono buonissimi! Però la formina non è venuta perché lievitando in forno si sono gonfiati tutti i “rilievi”. Proverò a mettere un pizzico di bicarbonato in meno. In ogni caso la ricetta è: 250g di farina, 150g di burro fresco a pezzetti, 140g di cassonade bruna (credo si possa sostituire con zucchero di canna semolato fine), 1 cucchiaino di bicarbonato, 1 cucchiaino e 1/2 di spezie da speculoos (cannella, chiodi di garofano, noce moscata, zenzero, coriandolo, cardamomo, piment e macis) e 4 cucchiai di latte. Setacci tutti gli ingredienti secchi in una ciotola, aggiungi poi il burro e il latte, impasti e poi metti in frigo per qualche ora o meglio una notte intera. Poi stendi la pasta, ritagli i biscotti (o se hai uno stampo la metti negli stampi spolverati di farina) e cuoci in forno a 170° per 15min. Occhio che si gonfiano in cottura quindi tienili distanziati, e quando li sforni sono ancora molli. Vanno poi fatti raffreddare 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...