Road trip: da Bruxelles ai Paesi Baschi. Prima tappa, Versailles!

Adoro i viaggi in macchina. Mi piace vedere come i paesaggi sfumano uno dietro l’altro, mostrando sempre qualcosa di nuovo e allo stesso tempo qualcosa che si portano dietro da quello precedente. Mi piace il fatto che in auto non hai praticamente orari e puoi seguire i tuoi ritmi naturali, senza stressarti per andare in aeroporto, in stazione, o per lo spazio in valigia, i sacchettini di plastica, i chili di bagaglio consentiti… Ovviamente sapete bene che adoro anche mangiare, mangiare bene. E quindi, fatto 1+1, non mi rimaneva che di avventurarmi in un road trip enogastronomico tutto Europeo, all’insegna del buon cibo e del buon vino, a destinazione di una delle località più rinomate per ogni “foodie” che si rispetti: i paesi Baschi. Partenza da Bruxelles, una settimana di tempo, circa 3000km da percorrere, 3 paesi da attraversare e soprattutto… un bagagliaio da riempire di prodotti tipici! Nei prossimi post vi mostrerò ciò che ho scoperto lungo tutto il viaggio, tappa dopo tappa, piatto dopo piatto… E oggi iniziamo da Versailles, la prima fermata del nostro tour.

IMG_4086
Luigi XIV – Versailles

Continua a leggere “Road trip: da Bruxelles ai Paesi Baschi. Prima tappa, Versailles!”

Pollo_Indiano

L’odore dell’India

Vorrei parlarvi del mio viaggio in India. Del privilegio che ho avuto, visitando il Kerala e il Karnataka al fianco di amici indiani, dormendo nelle loro case, mangiando insieme a loro, alle loro tavole. Ma, in fondo, cosa potrei raccontarvi realmente che non sia già stato detto altrove? Che sia un paese di contrasti e di contraddizioni estreme, in bilico tra un’arretratezza spaventosa e un potenziale economico dalle dimensioni impressionanti? Probabilmente lo sapete già. Eppure c’è qualcosa, in questo cliché che ti aspetti e con cui parti preparato, che inevitabilmente ti spiazza. Qualcosa da cui nessun vaccino ti possa mai immunizzare. È il fatto di trovarsi lí, fisicamente immersi tra un’astronomica quantità di gente, di roba, di palme, di colori e di rifiuti. Di percorrere quelle strade sterrate piene di polvere e di vacche, di camion grossi come elefanti carichi di paglia, cipolle, riso. Di vedere tutto con i propri occhi, di viverlo in prima persona. Solo cosí tutti i racconti degli amici, le recensioni del web e le indicazioni della Lonely Planet iniziano a prendere una certa forma. Si trasformano nella tua unica esperienza personale, un’esperienza in cui sei senz’altro solamente uno spettatore di passaggio, ma dove lo sguardo di occhi neri e lucidi come biglie si posa sul tuo, e in quello di nessun altro, lasciando un’indelebile traccia nella tua memoria.

Pollo_Indiano

Street Food_India_2

Pepe_Coorg_India

Continua a leggere “L’odore dell’India”

rice crackers-street food-takayama

Umami. Il sapore del Giappone.

Qual è stata l’ultima volta che avete assaggiato una cosa per la prima volta? Se, come me, avete il palato curioso e siete sempre alla ricerca di nuovi sapori e stimoli culinari, iniziate a pianificare le vostre prossime vacanze senza esitare sulla destinazione: il Giappone. E lí, vi assicuro, di prime volte gastronomiche ne avrete parecchie. A partire dal sushi di gamberi vivi che ti servono da Kyubey a Tokyo (insomma, se non sono proprio vivi mentre li mangi diciamo che il rigor mortis non sopraggiunge proprio nell’immediato), passando dall’incredibile firmamento di stelle Michelin, due delle quali brillano splendenti come comete sull’elegantissimo Sushi Taku, fino ai più modesti baracchini di street food reperibili pressoché ovunque in territorio nipponico.

rice crackers-street food-takayama Continua a leggere “Umami. Il sapore del Giappone.”

Un Gallo in cucina intervista la Seppiolina

No, lo zio Tobia qui non c’entra. Ma nel mare del web, ricco e imprevedibile, può capitare che una Seppiolina incontri addirittura un Gallo. E se questo Gallo, poi, ha una passione particolare per risi, risotti e risate, capita anche che ci scappi l’intervista. Quindi, se volete scoprire qualcosina in più sulla sottoscritta, non vi resta che cliccare qui e assaporare la nostra chiacchierata. Buona lettura!

intervista riso gallo

Mini guida: 10 ingredienti da avere sempre in dispensa.

Dopo il successo del post sulla carne rossa, che ha inaugurato questo nuovo format, ecco un’altra mini guida che spero possa esservi utile. Oggi vorrei parlarvi degli ingredienti immancabili, da avere sempre di scorta in dispensa. Avete presente quando aprite il frigo, e lo scenario che si presenta è a) di una desolazione che neanche il deserto dei tartari b) una miriade di cose – peccato siano tutte scadute? E magari il super è ancora aperto, ma proprio non vi passa nemmeno per l’anticamera del cervello di uscire di casa? Ecco, in una situazione del genere, una dispensa ben organizzata vi salva sempre in corner, anche per diversi giorni consecutivi. A voi la lista!

20120405-193337.jpg

Continua a leggere “Mini guida: 10 ingredienti da avere sempre in dispensa.”

Nero di Seppia compie un anno!

Carissime Seppioline, come molti di voi sanno, oggi Nero di Seppia celebra il suo primo compleanno. Incredibile come voli il tempo. E se questo progetto prende sempre più forma lo devo a voi che mi seguite con tanta passione. Per questo vi invito a passare sulla mia pagina Facebook, per festeggiare insieme questo evento con un fantastico party virtuale. Potete portare da bere, da mangiare e invitare chi volete! 🙂

Ma oggi è anche San Valentino, e un pensiero va anche a tutti gli innamorati. A chi ama il proprio partner, ma soprattutto a chi ama la cucina, il cibo e la vita.

pierre marcolini

Nessuna ricetta per oggi, mi limito a postarvi (quel che resta de) i meravigliosi e deliziosi cioccolatini che mi ha regalato il mio ragazzo. Rigorosamente firmati Pierre Marcolini. Giusto per iniziare a scoprire tutti i vantaggi di vivere in Belgio 😉

Tufo, piante e formaggi: il Caseificio Impiccichè.

Oggi vorrei parlarvi di un luogo che mi sta molto a cuore. Prima di tutto perché si trova in Sicilia, e con il freddo di questi giorni non posso fare a meno di volgere il pensiero a Sud. E poi perché è un posto veramente speciale, magico.

Che cosa hanno in comune cave, piante e formaggi? Ve lo dico io. La luce. Quella che al tramonto tinge d’oro le pareti di tufo. La stessa che al mattino risveglia tutto il verde del vivaio, in un trionfo di melograni, banani, ulivi e palme di ogni tipo. La luce nel sorriso sincero di Giovanni, padre del Caseificio Impiccichè, situato nel cuore di tutto questo.

caseificio impiccichèSe passate nei pressi di Marsala, dopo un giro tra le meravigliose saline antiche, Mozia e le isole dello Stagnone, allungate un attimo fino a Strasatti. Accanto al santuario del Santo Padre delle Perriere, trovate questo piccolo gioiello unico nel suo genere, dove potete acquistare tutti i formaggi locali: dalla ricotta alla “tuma”, dal primosale al “piddiato”. E vivere un’esperienza indimenticabile.

caseificio impiccichèCaseificio Impiccichè
c.da Santo Padre delle Perriere
Marsala (Trapani)
Tel. 0923 961148
info@caseificioimpicciche.it
www.caseificioimpicciche.it

caseificio impiccichè

Il Principe Rosso

Dalla prima volta in cui lo scorgi, bello come non ne hai mai visti con il suo stile d’altri tempi, è amore a prima vista. Te ne parlano nei libri. Lo vedi in televisione. Ne scrivono articoli su articoli sulle tue riviste preferite. Chi l’ha trovato, giura che ti cambia la vita. Chi non ce l’ha ancora, si convince di poterne fare a meno. Ti aiuta in cucina, in qualsiasi momento tu ne abbia voglia. Mentre tu prepari la salsa, lui ti impasta la pizza. Mentre tu fai la ganache, lui monta gli albumi a neve. Mentre tu fai la glassa, lui prepara i biscotti. È un alleato con cui condividere la tua passione per la cucina. Un mito, un sogno che sembra irraggiungibile. Eppure esiste. E io, finalmente, ho conquistato il mio. È l’unico, inimitabile, straordinario Kitchen Aid.

Asti e la sagra delle sagre

È il Gran Visir di tutte le sagre. È lo Zenit dei buongustai e il Nadir dei dietanti. È un’isola felice bagnata da oceani di Barbera, tra vecchie signore dalle mani infarinate, titanici pentoloni in alluminio e pellegrini venuti in cerca della verità gastronomica. L’apoteosi del gusto, la glorificazione dei grassi saturi, la celebrazione dell’autentica vita contadina di un tempo. È il Festival delle Sagre di Asti.

Imbocchiamo l’uscita Asti Est e siamo ancora ignare di ciò che ci aspetta. All’ingresso di Piazza Campo del Palio un ragazzo ci consegna la nostra mappa del tesoro: una cartina dettagliata del villaggio che indica tutti i piatti proposti nelle casette delle varie pro loco. Da Antignano a Villa San Secondo, troviamo praticamente l’intera provincia astigiana e ogni sua specialità.

Continua a leggere “Asti e la sagra delle sagre”