filetto di maiale in crosta

Filetto di maiale in crosta di pasta matta

Il pranzo di Natale e il cenone di Capodanno iniziano ad avvicinarsi, e questa volta ho pensato in anticipo a voi e a una ricetta che si possa prestare per l’occasione. Il filetto in crosta fa sempre la sua bella figura, e preparato con il maiale al posto del manzo rimane un’alternativa molto più economica ma non meno elegante. Anche la pasta matta fatta in casa è iper economica, facile e veloce da fare. Vi dico solo che ho preparato questo piatto un giovedí a cena dopo essere arrivata a casa alle 19.30 dal lavoro, e alle 21 eravamo tranquillamente a tavola con tutta la cena pronta e tanto di contorni 😉 Quindi, se state cercando un’idea chic e gustosa per le vostre feste, ma con un occhio al risparmio e non molto tempo a disposizione, credo che questo piatto possa fare al caso vostro. Inoltre, anche se non si può certo dire che sia un piatto dietetico, la pasta matta ha molti meno grassi rispetto alla pasta sfoglia, il filetto di maiale è un taglio di carne magro, lo speck è saporito ma meno grasso della pancetta e la senape è una salsa decisamente poco calorica: insomma, un onesto compromesso per delle occasioni speciali!

filetto di maiale in crosta

Ingredienti per 6 persone (contando circa una fetta a testa)

  • Pasta matta, 1 porzione
  • Filetto di maiale intero, 650g circa
  • Speck a fette sottili (o pancetta se preferite), 50g
  • Funghi freschi (prataioli o quelli che preferite), 250g
  • Aglio, 1 spicchio
  • Senape, 2 o 3 cucchiai circa
  • Tuorlo d’uovo, 1
  • Sale e pepe
  • Erbe aromatiche miste (salvia, rosmarino, ecc.)
  • Olio evo
  • Farina qb

Iniziate preparando la pasta matta. In seguito, asciugate bene il filetto intero di maiale e infarinatelo, poi scuotete la farina in eccesso. Mettetelo a rosolare in una padella con un filo d’olio a fuoco moderato, sigillando bene la carne da ogni lato, per circa 8 minuti. Trascorso questo tempo, prelevate il filetto, cospargetelo di sale, erbe aromatiche tritate e un pizzico di pepe, e mettetelo su un piatto a riposare per almeno 5 minuti. Nel frattempo, pulite i funghi con uno spazzolino e affettateli finemente. Metteteli a rosolare a fuoco vivace in un’ampia padella (meglio se tipo wok) insieme a un filo d’olio e lo spicchio d’aglio sbucciato e spremuto, fino a doratura. Io preferisco dividere i funghi in 2 padellate, per far sí che rosolino meglio e che non buttino troppa acqua. Una volta cotti, salate, pepate e tenete da parte. Accendete il forno ventilato a 180 gradi. Spennellate tutto il filetto con la senape e avvolgetelo nello speck. Per facilitarmi il compito, io metto il filetto direttamente sulle fette di speck ancora sul foglio del salumiere, e poi lo uso per aiutarmi ad arrotolare lo speck intorno alla carne, stringendo bene. Stendete la pasta matta su un foglio di carta da forno, a uno spessore di 3 millimetri. Distribuite i funghi sopra la pasta, al centro, cercando di creare uno strato uniforme. Piazzate il filetto in mezzo e richiudetelo nella pasta, sigillando molto bene i bordi e tagliando via l’eccesso. Con un coltello, praticate delle leggerissime incisioni lungo la pasta, per creare delle decorazioni (rombi, righe, ecc.). Un consiglio è anche quello di creare un camino arrotolando della carta stagnola, che metterete in un apposito piccolo buco che avrete fatto nella pasta, per aiutare l’acqua della carne a evaporare. Spennellate la superficie della pasta con un velo di tuorlo d’uovo sbattuto. Disponete infine il filetto su una graticola unta d’olio (o se non vi fidate, su un foglio di carta da forno), avendo cura di mettere un piatto da forno o una teglia sotto per raccogliere eventuali fuoriuscite di liquido. Attivate la funzione forno venitlato e cuocete per 25 minuti se volete una carne leggermente rosata, 30 minuti se la volete ben cotta (ma non stopposa). A questo punto ritirate dal forno ed èmolto importante che facciate riposare la carne per almeno 10 minuti, affinché i succhi della carne si ridistribuiscano al suo interno e non escano appena la tagliate. Se l’ambiente è molto freddo e avete paura che il piatto si raffreddi troppo, potete coprirlo leggermente con un foglio di carta stagnola.  Trasferite il filetto in crosta su un ampio tagliere e affettatelo delicatamente, facendo attenzione a non rompere le fette. Servite su un letto di fagiolini al vapore o con qualsiasi verdura verde vi piaccia per un bel contrasto di colori.

Annunci

2 thoughts on “Filetto di maiale in crosta di pasta matta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...