cotoletta alla milanese

Cotoletta alla milanese – e mini guida alla frittura

Di ritorno a Bruxelles dopo le vacanze natalizie trascorse a Milano, la nostalgia mi attanaglia come non mai. Il periodo, visti i recenti avvenimenti in Francia, c’è da dirlo, non è dei migliori. La tensione è tangibile e le domande da porsi sul futuro sono tante, troppe. E quando l’umore scivola sotto le scarpe e la madunina fa sentire forte la sua mancanza, non c’è niente di meglio di un buon comfort food nostrano come la mitica, contesissima, insuperabile cotoletta alla milanese. A voi la mia ricetta di questo grande classico intramontabile, unita a una pratica mini guida alla frittura, nella speranza che possa tornarvi utile anche per altri piatti.

cotoletta alla milanese

Continua a leggere “Cotoletta alla milanese – e mini guida alla frittura”

filetto di maiale in crosta

Filetto di maiale in crosta di pasta matta

Il pranzo di Natale e il cenone di Capodanno iniziano ad avvicinarsi, e questa volta ho pensato in anticipo a voi e a una ricetta che si possa prestare per l’occasione. Il filetto in crosta fa sempre la sua bella figura, e preparato con il maiale al posto del manzo rimane un’alternativa molto più economica ma non meno elegante. Anche la pasta matta fatta in casa è iper economica, facile e veloce da fare. Vi dico solo che ho preparato questo piatto un giovedí a cena dopo essere arrivata a casa alle 19.30 dal lavoro, e alle 21 eravamo tranquillamente a tavola con tutta la cena pronta e tanto di contorni 😉 Quindi, se state cercando un’idea chic e gustosa per le vostre feste, ma con un occhio al risparmio e non molto tempo a disposizione, credo che questo piatto possa fare al caso vostro. Inoltre, anche se non si può certo dire che sia un piatto dietetico, la pasta matta ha molti meno grassi rispetto alla pasta sfoglia, il filetto di maiale è un taglio di carne magro, lo speck è saporito ma meno grasso della pancetta e la senape è una salsa decisamente poco calorica: insomma, un onesto compromesso per delle occasioni speciali!

filetto di maiale in crosta

Continua a leggere “Filetto di maiale in crosta di pasta matta”

Pollo ai fichi e al timo in cocotte

Master Chef non fa per me. Lo dice Bastianich. Cucinare mi rilassa. A tal punto che quando sono sotto stress, il solo pensiero di arrivare a casa la sera e mettermi ai fornelli mi mette serenità. E proprio ieri, in un periodo di nuovi cambiamenti in arrivo, ho pensato tutto il giorno a come avrei preparato il mio pollo ai fichi. Saltato in cocotte? Al forno? Con o senza marinatura? Con quali erbe aromatiche? Come avrei evitato di far spappolare i fichi? Sono giunta alle mie dovute conclusioni. Quelle che troverete in seguito nella ricetta. E devo dire che le mie intuizioni sono state davvero azzeccate. Non sono solita vantarmi di quello che preparo, il più delle volte sono insoddisfatta. Manca sempre qualcosa, o c’è sempre qualcosa di troppo. Beh non questa volta. Stavolta sono fiera di dirvi che mi sono proprio leccata i baffi, e che dovete assolutamente provare questo piatto. Facile e di grandissimo effetto, ideale anche per le feste e direi anche economico. Cosa aspettate?

pollo ai fichi in cocotte

Continua a leggere “Pollo ai fichi e al timo in cocotte”

Cenone di capodanno 2014

I pacchi sono stati scartati, i cuori confortati, gli stomaci dilatati e i calici hanno finalmente brindato all’inizio di questo nuovo e promettente anno. Auguri! Dunque come ogni foodblogger che si rispetti, ho dovutamente instagrammato ogni passo saliente del mio cenone, making-of incluso. Narcisismo culinario? Senza dubbio. Ma devo ammettere che se spesso riesco a trovare innumerevoli difetti in ciò che preparo, questa volta posso veramente essere fiera di me stessa. Mi è costato una due-giorni intensiva di incontro ravvicinato con i fornelli e con i miei preziosissimi libri di Sadler, ma posso garantirvi che il risultato ne è valso tutta la pena. E se il difetto questa volta l’ho trovato nella presentazione, forse un po’ “diludente” per dirla alla Bastianich, il gusto ha ripagato tutto con gli interessi 😉 A voi il menu e le foto del making of, e ben presto con le ricette di ogni piatto.

cenone capodanno Continua a leggere “Cenone di capodanno 2014”

Tagliatelle al sugo (ragù) di lepre

Ottobre inoltrato. L’aria umida e ancora generosamente tiepida profuma di sottobosco e di funghi freschi. Le foglie cadono, i leprotti corrono, e il mio fidanzato si trasforma in una sorta di Shrek, affamatissimo e goloso di cacciagione. Ed ecco dunque a voi un piatto stratradizionale, buono come solo le cose autentiche sanno esserlo.

tagliatelle sugo lepre

Continua a leggere “Tagliatelle al sugo (ragù) di lepre”

Tortellini in brodo fatti in casa

Li ho fatti. Ok, non sono proprio come quelli che preparano a casa della mia cognatina bolognese. Quelli sono piccoli, piccolissimi, quanto la punta di un mignolo. Ma da qualche parte bisogna pur iniziare e, anche se di pratica dovrò farne ancora parecchia, posso dirmi alquanto soddisfatta del mio primo tentativo. Signori e signori, questo weekend mi sono cimentata nella preparazione di niente popò di meno che: i tortellini! Devo dire che nonostante la mole di lavoro, sono particolarmente divertenti da fare. E se contate di prepararne in grandi quantità, forse è l’occasione giusta per farsi aiutare da amici/fidanzati/parenti, approfittandone per passare un pomeriggio rilassante all’insegna della buona cucina tradizionale nostrana.

tortellini in brodo

Continua a leggere “Tortellini in brodo fatti in casa”

Brodo di pollo

Arriva il primo crollo delle temperature e con lui tutti gli acciacchi di stagione, compresi raffreddori e influenze varie ed eventuali. E di nonna in mamma, di mamma in figlio, il buon vecchio brodino di pollo riappare fumante nei nostri piatti fondi, forte di anni e anni, secoli e secoli di sperimentata salvezza da tutti i malori invernali. Un fatto d’altro canto scientificamente provato. Ma un brodo di pollo è molto di più di questo. È la base perfetta per i nostri risotti, l’alleato ideale di zuppe, salse cremose e di mille altre preparazioni. Oltre che una vera delizia da gustare con degli ottimi tortellini. Dunque, la preparazione è lunga ma davvero piuttosto semplice. L’unico accorgimento da prendere è quello di utilizzare ingredienti di prima qualità. Il resto, lo fa la pazienza.

brodo di pollo Continua a leggere “Brodo di pollo”

Mini guida: 12 trucchi per una carne perfetta.

Oggi inauguro un nuovo format per arricchire Nero di Seppia. Si tratta di una serie di mini-guide dove vi indicherò tutti i segreti, i trucchetti e le regole imparati nel corso della mia esperienza in cucina. Non sono una professionista e non smetto mai di imparare, per cui se doveste avere altri suggerimenti da condividere sarò molto felice di scoprire le vostre astuzie.

Iniziamo con un tema a me molto caro: la buona cottura della carne rossa. Cosa si intenda per “buona cottura” dipende ovviamente dai gusti personali. I francesi ne distinguono 4 fasi: “bleue”, appena cotta all’esterno e di colore rosso vivo all’interno, la carne non rilascia i succhi al taglio; “saignante”, cioè al sangue, si presenta ancora rossa all’interno ma una volta tagliata fuoriescono i succhi e si crea un gustoso “bagnetto”; “à point”, a puntino, dove è appena rosa all’interno; “bien cuite”, ovvero ben cotta, in cui si presenta di colore uniforme all’interno.

carne perfetta bistecca
Ma al di là del grado di cottura, esistono alcuni must per preparare al meglio la carne rossa. Vediamoli insieme.

Continua a leggere “Mini guida: 12 trucchi per una carne perfetta.”

Spezzatino di vitello al kumquat confit

Il 14 febbraio del 2011, Nero di Seppia apriva i battenti con la ricetta di uno spezzatino d’agnello ai fichi, più elegantemente chiamato “sauté”. Visto il successo di quest’anno trascorso insieme, mi sembrava di buon auspicio cominciare questo nuovo anno con una ricetta che avesse un legame con la primissima. E siccome col freddo che fa dovreste ancora riuscire a trovare il kumquat, meglio noto come mandarino cinese, questo mi sembra il piatto più adeguato all’occasione. Come, come? Non avete mai assaggiato il mandarino cinese? Questo misterioso fruttino si mangia con tutta la buccia, è asprissimo, vagamente amaro ma con una nota di fondo lievemente dolce ed estremamente aromatica. Quindi superato il trauma iniziale, arriva l’estasi e non puoi che volerne un altro… Se riuscite a non finirli tutti a mo’ di ciliegie, ecco la mia ricetta!

spezzatino al kumquat mandarino cinese Continua a leggere “Spezzatino di vitello al kumquat confit”

Terrina di foie gras con mele, fichi e cipolla rossa caramellata

Per rispetto verso le mie origini palermitane, non ho potuto non pubblicare la ricetta degli anelletti al forno in occasione delle feste di Natale. Ma per via dei miei natali lussemburghesi, le feste non sono feste se in tavola non c’è il foie gras. Incoraggiata dal successo della mamma, che l’anno scorso ha deciso di prepararlo in casa, quest’anno ho voluto provarci anche io. La ricetta, confesso, mette un po’ in soggezione. Sarà il costo della materia prima, non proprio economico, sarà il fatto che non c’è l’abitudine di averlo visto fare a nonne o zie. Però non fatevi intimorire, il risultato vi lascerà veramente orgogliosi. A voi il giudizio!

terrina di foie gras Continua a leggere “Terrina di foie gras con mele, fichi e cipolla rossa caramellata”