Il brunch e la collegamica

La domenica è senza sveglia. Un piccolo lusso settimanale per assecondare il bioritmo e godersi tutto il riposo che meritiamo. Per concedersi il piacere di aprire gli occhi, girarsi dall’altro lato e riaddormentarsi. E quando finalmente la voglia di iniziare la giornata
prende il sopravvento, è sempre troppo tardi per fare colazione e troppo presto per pranzare. È qui che viene in nostro soccorso una simpatica abitudine importata dall’America: il brunch. Perfetta commistione di breakfast e lunch, può avvenire in qualsiasi orario incluso tra le undici del mattino e l’una del pomeriggio. Dolce, salato e, perché no, anche piccante: dai pancake alle omelette alla ciambella allo yogurt, dalle marmellate ai formaggi, nel ricco buffet che imbandisce la tavola si trova davvero di tutto. E da bere, spremuta fresca di arancia e un grande must immancabile, il caffè.

Così, quando la tua collega è anche un’amica, invitala per un brunch. E diventerà per sempre la tua collegamica.

Advertisements

30 thoughts on “Il brunch e la collegamica

  1. Tilia

    Anch’io adoro il brunch della domenica, non riesco mai ad aspettare il pranzo, metto tutto quello che riesco a preparare sul tavolo e mangiamo in ordine sparso come i bambini!
    La collegamica te la invidio un po’…

  2. Daria

    Evviva il brunch!! Ho iniziato ad amarlo in Germania e non vedo l’ora di rivedere la mia collega-amica-compagna di casa tedesca il prossimo fine settimana per dedicarci a uno dei nostri vecchi, sconfinati, casalinghi e intimistici brunch!! L’unico problema è rialzarsi dalla sedia alla fine, non riesco mai a rinunciare a niente e ogni volta non ho più fame fino al mattino dopo!! :))

  3. Franci e Vale

    Non vorrei copiare, ma …….bellissimo il brunch !!! È bello perchè si possono fare un sacco di cose sfiziose, quelle che ti piacciono di più, tutte insieme!! Il rischio è di continuare a mangiucchiare fino alle tre…. Ma chisseneimporta!! ..( l’attrezzino è della mitica WMF, e lo trovi nei casalinghi…)

  4. Marinella

    Brunch forever! Io ho la malsana abitudine di farlo fuori casa… ci sono di quei posti dove proprio non vedi l’ora di entrare e servirti (risultato: piatto stracolmo e ansia da prestazione quando mi sento sazia al quinto boccone….). Mi hai dato un’idea per organizzarlo in casa… magari come ‘after night party tra amiche’ 🙂
    Bravissima e mille complimenti!
    Mari

    • Doriana Manzella

      Eheh in effetti farlo fuori è anche piacevole, soprattutto quando arriva la bella stagione e ci sono quei localini con i tavoli all’aperto. Però vuoi mettere il piacere di farlo in casa, in tuta e nel relax più totale? Da provare!

  5. cinzia

    bella la “crono-storia” del brunch..un piccolo lusso della domenica mattina (domani.domani.domani..!!) e come no condividere il piccolo flash “guardo la sveglia e mi giro dall’altra parte beata..”
    I miei bambini sono utenti perfetti del brunch, si alzano alle 11, beati loro;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...